Mai più

Mi ritrovo qua a buttare giù un soliloquio , visto che non puoi, a quanto pare, nemmeno provare a  rispondere ai miei più semplici quesiti.
Non so cosa pensare perché mi hai deluso, fortemente deluso.
Mi prende una rabbia tremenda ad essermi ancora una volta fidata di uno come te, uno di quei soggetti tanto interessanti quanto sfuggevoli che si presentano come inavvicinabili, inarrivabili , perfetti nel loro presunto basso profilo e che una volta che ti sembrano sulla strada di essere conquistati, ti si svelano in un momento come quello che in realtà sono: delle fregature.
Di quelle sonore.
Per settimane mi sono fidata di te, affidando come allo specchio le mie paure, le rughe della mia vita, aprendomi come si fa solo con chi si pensa ci capisca e ci possa consolare.
Parlavo quando ero con te e parlando con te schiarivo me stessa.
Fra noi un’ identità di obiettivi difficile da trovare, un bisogno di migliorarsi verso l’altro che guarda, verso il mondo che cambia, che giudica , che mette alla prova.
Povera cretina.
E’ bastato un piccolo intoppo e senza nemmeno sapere perché sono stata come sfregiata.
Povera cretina due volte.

Ed io che pensavo di aver finalmente trovato qualcuno che poteva andare oltre al mio aspetto, oltre ai miei difetti e che avrebbe scavato con gentilezza fino a trovare la vera me, la vera  Gianna, la splendida Gianna.
La splendida cretina.
Giorno per giorno, mattina sera, quando avevo tempo, il mio, lo dedicavo a te. Anche se era poco, e tu come piccole gocce di autostima ti posavi sul mio animo e mi facevi sorridere al pensiero del futuro.
Ingoierò anche questa volta, metterò questa fra le altre prove della vita e la prossima volta starò più accorta, tu mi ha costretta ad essere ancor piu diffidente, ancor più esigente, ancor più difficile.
E prevedo che vista l’offerta sul mercato, beccherò ancor più sonore fregature.
E allora nulla, amen. Mi arrendo.

Mi arrendo alla mia pochezza, alla mia banalità. Alla mia normalità.
Sia quel che sia. Vita semplice, bassissimo profilo, paraventi e maschere di sorrisi per sfiorire ogni giorno un po’ di più.

Non voglio avere mai più a che fare con te e con quelli come te. Mai più.
Mai più comprerò un siero antirughe al retinolo triplo attivo senza controllare che sia anallergico.
Mai più.

Annunci

Un pensiero su “Mai più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...