erba di casa mia…

campo

La mia insalata ha compiuto un mese oggi, dal seme alla foglia. E io giustamente le ho fatto la festa!

prima insalata

23 pensieri su “erba di casa mia…

  1. Sympatros

    Pensavo che giagina si fosse intenerita come l’erba di casa sua, invece no… non VI ha concesso nessuna proroga…. uso il VI perché io ancora non godo dello status di rifugiato politico

  2. Sympatros

    Comunque. nell’annuncio mortuario della chiusura del post, potevi, invece di parlare di livelli degli interventi, mettere il reale motivo per cui lo hai chiuso!

  3. Sympatros

    Le capre sono animali più indipendenti delle pecore, e la pastorella che fa? Sarà magnanima? Consentirà di brucare l’erba di casa sua? L’erba non si nega a nessuno….. L’erba… stiamo attenti a come parliamo.. c’è erba e erba!

  4. Sympatros

    Son i caproni che son rimasti tutti dall’altra parte!

    Sanracruz, quindi io sarei sia capra che caprone?

  5. Sagra

    per giagina

    Accidenti che argomenti interessanti!

    Autentico Blog da rude osteria di campagna.

    Ci scommetto che il prossimo è sulla pasta e fagioli!

    Aria fresca, tovaglia pulita, un bel fiasco di Chianti sotto la pergola ed il coccodé della gallinella che “l’ha fatto l’ovo”.

    Mi farà senz’altro bene un po’ di vita in campagna.

    Se “‘un mi cacci pure te”, vengo volentieri.

    E ‘un son senese.

    Cordiali saluti da Sagra

  6. sagra

    per giagina

    “Sagra di che?”

    Ma della Trippa Toscana, ovviamente!

    Che è sicuramente più sostanziosa dell’insalatina anemica.

    Saluti allegri e sapidi per Sympatros.
    Tieni duro, mi raccomando.
    Sagra

  7. Trattenersi dal mistificare dovrebbe essere relativamente semplice anche per Sympatros.

    Non ha che da tener duro in quel senso, e costì può piantar radici.

    Esattamente l’opposto di quanto avviene nel forum “marcotravaglio”, dove ti bannano se pubblichi documenti autentici rompendo le uova nel paniere ai falsari, cosa che è accaduta al sottoscritto domenica.

    Eh si, così faccio parte anch’io della categoria dei bannati.

    Sympatros, prova a scrivere ancora una volta a Guzzanti che s’è lasciato infinocchiare da Limarev, così tu Sagretto ed io ci ritroveremo tutti insieme come nel libro di K. Jerome, tre uomini in barca. (in quel mare dov’è dolce naufragare, ovviamente)

    Ma comunque esser bannati da quel forum, non è un gran danno.

    Quand’era amministrato da Morelli, collegandoti trovavi sempre come minimo una ventina di utenti.

    Oggi, con il nuovo moderatore Bugs Banning, in qualsiasi momento ti connetta, puoi vedere che il numero massimo degli utenti collegati è “2”, di cui uno sei tu.

    Ma al 99% ne trovi soltanto uno, e cioè il deserto.

  8. Dimenticavo, vedo Utu, lì sopra.

    Se Giagina è d’accordo, Utu potrebbe replicare qui gli insulti che Paolo non gli ha concesso di pubblicare.
    Io sono sportivo, ben ammortizzato, e gli insulti mi attizzano anzichè offendermi.

    Non è detto che non possa nascere un’amicizia.

  9. giagina

    Veramente avevo messo a disposizione uno spazio apposito che, gestito male, è stato chiuso.
    Perchè non aprite un blog in cooperativa e vi insultate lì come meglio credete?

  10. Ottima idea Giagina, e poi anche per me l’insalatina è qualcosa di sacrale, solo con due spruzzi d’olio d’oliva, sale, e null’altro.
    Un abominio insudiciarla con questi screzi da osteria.

    Comunque il mio blog, le cronache dall’imbecillario, contrariamente a quanto dice Sympatros, è una lavagna bianca dove l’insulto è assolutamente libero, a condizione che non provenga da penna anonima.

    L’unico dvieto che io ho posto, l’ho posto proprio a Sympatros: gli è vietato qualsiasi commento apparentemente razionale, poichè oltre certi livelli di distorsione dei fatti e del raziocinio, soffro di pelle d’oca. Ma il puro insulto, se lo desidera, gli è concesso.

    Lì chi vuole può sfogarsi anche con il sottoscritto.

    Comunque, grazie, Giagina.

  11. sagra

    per giagina

    “Perchè non aprite un blog in cooperativa e vi insultate lì come meglio credete?”

    Perché anche l’insulto deve essere intelligente.
    Dovrebbero istituire un premio Pulitzer per i giornalisti che riescono ad insultare e mortitificare i mascalzoni al potere, dicendo per giunta quasi sempre la verità.
    Quasi sempre perché de dicessero sempre la verità diventerebbero praticamente come Gesù Cristo.
    E francamente ce ne basta uno.
    Te l’immagini la polemica sulla fotografia di Travaglio nelle scuole?

    Poi di presunti “Venditori di Verità” il WEB abbonda.

    Gli insulti, grevi, volgari e rozzi, fanno tanto martire.
    Gli insulti sono particolarmente ricercati.

    Il raziocinio, la logica, la coerenza di pensiero invece sono visti come il fumo negli occhi, perché umiliano la “Verità Creativa”.

    Creativa come la finanza di Tremonti.

    Enrix è il massimo profeta della “Verità Creativa”.

    Saluti da Sagra

  12. giagina

    beh eruz avete ampiamente colmato la misura siete dei bambini che non hannoimparato ne a rispettare glialtri, nè a saper gestire la loro libertà senza invadere quella degli altri.

I commenti sono chiusi.