Uno di quei giorni che … la vendetta

Ecco Dio c’è.

Colazione da Simone, perchè se ieri era uno di quei giorni che , oggi si apparecchiava ad essere idem come sopra, mi sono guardata allo specchio, dopo aver fatto una fatica immane ad alzarmi e mi pareva di essere mi’nonna.Se non che l’Armida (la mi nonna) m’avrebbe detto, “maria nini, che viso verde t’hai” e m’avrebbe dato du’pizzicotti sulle gote. Nel luogo dei pizzicotti ho quindi deciso di omaggiarmi di una brioche coi pinoli e della schiuma di un cappuccino per partire col piede giusto.

Piede tenete in mente ‘questa parola.

Lei è arrivata su una Classe A argento (ma le fanno giallo uovo? o solo argento? mah) abbiamo visto di là dalla strada un tacco 12 su stivali di pelle sopra il ginocchio, poi i jeans, poi un bomberino di quelli strizzati a salsicciotto, ovviamente nero lucido, capelli riccio lungo e berretto di maglia a righe. Di là dalla strada. Scende si erge nel suo metro e ottanta , tira fuori il cellulare e inizia a chiacchierare.

La povera massa neuroormonale dei ragazzi/uomini/maschi perennemente in calore, appostati all’uscita del bar sotto il “fumodromo” ha avuto un sussulto.

Lei avanza con decisione sempre chiacchierando al cellulare, emanando una sottile aurea “mela tiro mela tiro ohh come me la tiro”, poi il piede, ricordate il piede quello che tutti abbiamo alle estremità? infila in una buchetta “ah Santo Renzi che ancora non le hai tappate!” e la tiratrice di spocchia ha fatto un volo degno della Comaneci al volteggio, il cellulare è volato e lei è finita spalmata sull’asfalto a pelle di leopardo urlando “Maremma maiala” ove per maremma vorrei che intedeste la mamma di quel Signore che ha finito la sua vita su una croce per amore nostro.

Ma un urlo così sonoro e celestiale che un ragazzo accanto a me è rimasto a bocca aperta e ha detto “Porcoddissi” (ove per dissi vorrei che intendeste il babbo di quel signore etc etc): la scena ed il duetto è stato talmente comico che m’ha risollevato il morale. Sono rientrata in casa ridendo …il che non è poco visto com’era iniziata.

Non so perchè queste scene hanno il potere di darti una sferzata. Potenza del sorriso. Eh…sarà anche uno di quei giorni che…però come dire …promette meglio.