quando si dice…

Ecco qua , una curiosità di quelle che si scoprono rovistando nelle biblioteche di famiglia. Questo simpatico biglietto ( che ho dovuto ridurre visto che dal vivo assomiglia ad un lenzuolo) è un attestato di stima e di auguri che la popolazione sottoscriveva da inviare al Re.

Penso sia intorno al 1895, visto che Il cavalleresco Principe di Napoli – poi Vittorio Emanuele III e Elena Petrovich di Montenegro futura Regina Elena- si sposarono nel 1896.

Dietro a questo simpatico proclama ci sono le firme dei nonni di mio marito , parenti vari, vicinato, notabili etc etc.

Dal punto di vista grafico è una delizia, a parte i futuri sposi incasellati nelle miniature, che le copertine di Novella 3000 gli fanno un baffo, sono fantastici gli amorini, coi fiori, i nastrini, le alucce. Sono stati usati almeno 5 caratteri tipografici diversi, in un fiorire di buonegrazie e svolazzi . Guardate solo com’è scritto “Patria”, con la P tutto un ghirigoro che non l’avrebbe presa sul serio nessuno. Il futuro re è cavalleresco (del resto lo chiamarono anche il principe soldato se non sbaglio, perchè tutto poteva dirsi ma non certo che fosse prestante) lei la Splendida e in effetti si dice che fosse molto bella.

Esultavano dunque per un matrimonio regale. A Vittorio Emanule III toccherà vivere fra due guerre mondiali, regnare sotto il fascismo e  firmare le leggi razziali, il colonialismo ed altre amenità morirà in esilio, così come Elena, avviata alla beatificazione per le sue opere umanitarie. Sotto il regno di quest’uomo e di questa donna l’Italia ha conosciuto comunque uno dei periodi piu tragici della sua storia.

“Uniamo i nostri voti di felicitazioni e le attestazioni di sudditanza alla coppia inneggiata dei nostri futuri monarchi, i quali, emulando le virtù dei loro genitori, sono destinati ad aumentare il benessere e lo splendore della patria”

Quando si dice azzeccarci …

Annunci

One thought on “quando si dice…

  1. ‘Sta soffitta è una miniera. Dopo il biglietto della riffa/sostegno al PCI ora questa cramella dolciastra con fondo di fiele.
    Continua a rovistare, vedi se trovi un vecchio almanacco che provava a spingersi fino ai giorni nostri. Si potrebbe ridere,
    o piangere.
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...