LUI e la ‘sticazzi generation

Sto girando intorno a questa riflessione sugli ultimi fatti da diversi giorni, ho iniziato con una goccia che poi ha innescato onde sempre piu centrifughe, e allargo e allargo e allargo, cercavo un segnale per partire, un punto comune, una diagonale.
L’ho trovata oggi sul Corriere. Un viso di ragazza, un album da vendere, una carriera da far partire.
Loredana. Solo che quella non è lei. Il viso stravolto dal photoshop, linee riviste, sottolineate, trasfigurite. Era già capitato con un’altra ragazza, Alessandra, l’anno scorso, stesso trattamento. Gli occhi, mio dio gli occhi, allargati ingranditi, rimodulati. Gli occhi di un avatar.
Due pagine più avanti la pagina della manifestazione di domani a Roma. Qui un intervento di photoshop in puro stile a cazzodicane, Berlusconi scontornato in malomodo, il viso sfilato, gli occhi finalmente aperti in luogo del disatro botulinico misto a cortisone che si ritrova dal vero, i capelli aggiustati la pelle spianata in un effetto museo delle cere che a me ricorda sempre quei manifesti comunisti delle glorie ormai imbalsamate.
Comunicazione.
Un livello appetibile di comunicazione per i diversi pubblici di riferimento.
Quello delle ragazze si conosce, soprattutto altre ragazze che vorrebbero avere gli occhi come, il culo come, i capelli come, il fidanzato come, la vita come.
Ma quello del Premier qual è?
Siamo passati dai piu ganzi , ai più belli, ai più maschi, ai più giovani, ai più forti, adesso siamo ai più santi.
I missionari dell’amore.
La forma è sostanza. Basta chiamare missionari chi fino a ieri veniva chiamato a formare ronde che variarne la sostanza? Basta chiamare ambasciatore di amore un ministro che tre giorni fa s’è prodotto in uno show degno di un manganellatore col fez per lavarlo dello squadrismo genetico? Basta avere il photoshop e un buon copywriter per fare un governo?
Pare di si , basta questo a quel popolo che domani , pagato di tuttopunto, scenderà a Roma ad una puntata del reality nostrano. Chi non riconosce il valore dell’amore sull’odio. Non importa che sia vero amore o che esista o meno l’odio. I termini sono semplificati, stai con me che sono il buono o con loro che sono i cattivi? Coi greci o coi troiani. Con i cowboy o con gli indiani?
Sei buono o cattivo?
Stai con Busi o con la ‘sticazzi generation?
Risposta fin troppo facile anche per chi E’ la ‘sticazzi generation, per chi spella i gatti vivi, per chi picchia gli immigrati, per chi ha la colf in nero, per chi non paga le tasse, per chi tradisce la moglie, per chi riceve mazzette.
Chi non accoglierà l’invito di essere purificato attraverso la purificazione del Capo, attraverso il suo martirio? Chi non aprirà la bocca a ricevere l’ostia , il corpo di Dio che toglie i peccati del mondo?
Si metteranno i loro vestiti migliori, le signore andranno pure dal parrucchiere e saranno felici di sapere che Demo Morselli suonerà per loro le marcette, come in una trasmisssione di canale5, forse qualche ragazzotto di amici canterà per loro nell’attesa e chissà se ci sarà Apicella, chissa se lo vedremo il Guru dell’Amore. La bassa manovalanza, i numeri da esibire quando si chiederà la priorità alla prossima legge ad personam, io che ho tutti questi che mi amano, che amano ME, ho diritto che non mi si rompano i coglioni con quisquilie. Loro mi amano. Ma chi ama loro? Quando farà qualcosa per loro? Vedrete che alla fine ci faremo la stessa domanda che ha millenni ci facciamo con Dio. Ma se Dio esiste, ed è portatore di amore, e di giustizia, come mai qui si crepa di fame e di ingiustizia e i suoi rappresentanti se ne stanno beati a sedere sul velluto fra gli ori di sanpietro? Risposta: Le prove a cui dobbiamo sottostare sono tante, Dio ha un disegno per tutti, la fede non prevede risposte solo attesa.

Quanti penseranno io valgo, non LUI vale. Dove è finita l’autostima di questo paese? Chi si sente un valore, una sostanza, un contenuto e non solo una forma da manipolare col photoshop dei miraggi?

Glu glu glu.
L’eucarestia col suo popolo s’è già consumata qualche mese fa sul sagrato di piazza duomo, bevete il mio sangue, vi offro il mio corpo martoriato, questa è la mensa del premier chi si ciba di me avrà vita eterna.
Ma questo popolo che nulla chiede, solo adora, non riceverà manco un’ostia stantìa.
E avrà fatto la SUA volontà, amen.

2 pensieri su “LUI e la ‘sticazzi generation

  1. giagina

    ah pensavo Silvio meglio dei fusilli, il che sarebbe il massimo…
    no ho visto quello Silvio sei meglio di Giulio Cesare, il che detto per le idi di marzo fa ben sperare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...