finalmente ho (usato il) riso!

Presto che è tardi presto che è tardi….la storia sta così, un po di tempo fa mi ero messa in testa di fare la pasta di sale con la farina di riso, vabbeh la farina di riso era rimasta lì sepolta nella credenza. Un po’ l’ho usata per friggere i fiori di zucca dell’orto (bòòòòòni), un po’ stava andando a scadenza. In più mi sono riempita casa di barattoli di salsa di pomodoro e di marmellata di albicocche per smaltire la sovraproduzione sempre dell’orto…quindi mi sono detta liberiamo un po’ di posto…genio: crostata di albicocche.
350 gr di farina (metà 0 metà riso) 2 uova, 120gr di burro due cucchiai d’olio, 120gr di zucchero scorza grattugiata di limone (pure quello del giardino mio), frullate tutto nel mixer (sissì tutto nel mixer col burro bello freddo), compattate le briciole che vengon fuori e le riponete nel frigo per un’oretta. Teglia di 24cm, 3/4 dell’impasto sul fondo, bucherellate, ci mettete la marmellata (a piacere lo spessore), fate le striscette con la pasta avanzata, 45 min di forno a 180°… ZanZan. Fatto.
Vabbeh è talmente friabile e gustosa che mi toccherà ricomprare la farina di riso… nel frattempo ho smaltito un po’ di salsa per la pappa al pomodoro … la vita è tutta un leva e metti 🙂

Annunci

Naked ravioli with fake ragù.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Orbene, la strada verso un nuovo modo virtuale  si è arricchito (mboh) di un nuovo “social”, insomma uno di quei posti dove si perde un sacco di tempo: Pinterest. La gente ci “pinna” la qualunque in genere da blog e tu brachi gli interessi degli altri e se coincidono coi tuoi  “repinni” e te lo tieni in memoria. Diciamo subito che vanno fortissimo unghie, capelli, case e cibo in generale, cupcakes in particolare per ogni gusto e fantasia. L’oggetto è territorio americano, finora. Ora all’ennesimo piatto terrificante spacciato per italian style vedi würstel infilzati di spaghetti conditi col ketchup, improbabilissimi “chicken Chianti with vanilla sauce” e  “italian ravioli with strawberry and pineapple” ecco …  ma anche no, grazie.
Ed è per ciò che da oggi avrete un po di cibo su questo blog. Vi risparmio la ricetta e pure le foto fanno un po’ schifo, ci devo riprendere la mano e oggi avevo fretta, ma gli spinaci sono del mio orto! Zan Zan.